Il carboncino

CARBONCINO

Lo strumento più antico usato per disegnare è il carboncino, perciò è chiaro che produrlo è molto semplice: in passato si usava il legno bruciato, mentre oggi si utilizzano o un impasto di polvere di carbone o ramoscelli di nocciolo carbonizzati.

Il segno che lascia è molto nero e si rischia facilmente di sporcare tutto il foglio perché ciò che rilascia è una polvere fine; inoltre per fare correzioni si può solo utilizzare uno straccio.

Per creare sfumature si possono usare le dita o un batuffolo di cotone o lo sfumino.

Non bisogna dimenticare che terminato il disegno va spruzzato un fissativo che si trova in commercio, formato da alcool e gommalacca oppure con semplice lacca per capelli. Il foglio usato è F4 ruvido.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *